|

Un'alimentazione per la vita

Grazie ai continui stage in Italia e negli Stati Uniti, ho sviluppato negli anni l'approccio cognitivo - comportamentale applicato all'alimentazione e allo stile di vita in generale.  Quest'esperienza è tornata di grande aiuto nella gestione del problema nutrizionale. La prescrizione della dieta ad esempio, spesso vissuta come una "parentesi" necessaria ma accettata con fatica, viene sostituita da un percorso educativo di facile apprendimento.  Progressivamente le persone imparano ad acquisire consapevolezza, a gestire le situazioni  a rischio, a pianificare la propria giornata alimentare e l'attività fisica, a ritagliarsi i propri spazi, a  coltivare interessi e scaricare le tensioni.

In questa  ottica si diventa un Consulente Nutrizionale, ma anche uno "strumento" per promuovere il benessere individuale. Durante il primo colloquio viene presentato il programma generale del  percorso che affronta gli aspetti legati all'alimentazione, al movimento e al comportamento alimentare. Anamnesi generale e alimentare, con particolare attenzione alla fruizione dei pasti, alle difficoltà quotidiane e alle situazioni a rischio, sono in sintesi le informazioni preliminari raccolte per stabilire i temi di confronto. Gli aspetti su cui si lavora sono: attenzione, consapevolezza, pianificazione, determinazione, costanza, rispetto verso se stessi, autostima, motivazione, riconoscimento dei propri meriti. Concetti ben diversi da rigidità, forza di volontà , restrizione, prescrizione, "tutto o nulla"! Tra il primo e il secondo incontro, la persona riflette sulle sue motivazioni al cambiamento, individua i possibili ostacoli, crea un ambiente favorevole al percorso di salute, individua chi può essere di supporto e valuta gli aspetti organizzativi. La consegna del programma alimentare, articolato su 7 giorni ed elaborato con l'aiuto informatico, con menu giornalieri e relative ricette personalizzate, diventa l'occasione per rafforzare le motivazioni ad aderire. Nei controlli (ogni 3-5 settimane) si affrontano temi di volta in volta diversi: comportamento a tavola, fame emotiva, pasti fuori casa, come comportarsi in viaggio, al ristorante, nelle occasioni sociali, come dire di no, come organizzare l'attività fisica, modificare un comportamento, in breve come mangiare in modo consapevole. il piacere di stare a tavola, quindi, per qualche kilo in meno e per stare sempre bene.


Dr.ssa Francesca Noli

Biologo Nutrizionista Spec. in Scienza dell'Alimentazione Spec. in Igiene